Tutte le aziende hanno una storia da raccontare, una propria identità che la contraddistingue dalle altre, una storia che va saputa raccontare nel modo giusto rivolgendosi in modo appropriato a ciascun pubblico, utilizzando narrazioni e canali diversi in base all’audience a cui si rivolge, adattandosi alle diverse comunità a cui si orienta.

Giovedì 8 ottobre è giunta al termine la prima edizione del progetto Storytelling Imprese BCC Treviglio. Sono sedici gli imprenditori che, con le loro aziende, hanno aderito alla prima edizione dell’iniziativa firmata Cassa Rurale BCC Treviglio, emozionandoci con le loro straordinarie storie e i loro grandiosi racconti che ci hanno portato alla scoperta delle aziende socie e clienti della Banca e contendendosi le ambite statuette dei titoli “Premio miglior rappresentazione della storia aziendale”, “Premio miglior interpretazione dell’imprenditore” e di un ulteriore “Premio alla carriera”. Una rubrica che ha messo al centro della scena gli imprenditori, permettendogli di raccontarci i successi, i traguardi, forze e debolezze che si celano dietro ogni grande azienda.

Le aziende vincitrici selezionate dalla commissione interna sono state le seguenti:

Premio “Miglior rappresentazione della storia aziendale” conferito a Gianpietro e Roberto Ardenghi della G.P.E Ardenghi, storica azienda del territorio che si occupa della progettazione e costruzione di macchine per la stampa serigrafica di oggetti.

Premio “Miglior interpretazione dell’imprenditore” conferito a Roberto Paratico, della Flow-Meter Spa, stimato “centro di eccellenza” del settore attivo nella progettazione e produzione di dispositivi per la misura, il controllo e l’erogazione di fluidi per impiego in ambito medicale e industriale.

Ulteriore premio “Alla Carriera”, conferito a Gaetano Pirovano di Antichità Pirovano, azienda tra le più importanti della nostra città rivolta al settore dell’antiquariato.